Contraffazione delle prestazioni

Preoccupante è il fenomeno della contraffazione delle prestazioni reali dei condizionatori posti in commercio.

E’ quanto ha denunciato l’ANIE, Federazione Nazionale Imprese Elettriche ed Elettroniche, che ha prelevato numerosi campioni di condizionatori a basso costo, venduti negli ipermercati e presso aziende specializzate, e li ha fatti analizzare dall’IMQ, l’Istituto Italiano del Marchio di Qualità.

Le prove effettuate dall’IMQ evidenziano uno scarto sconcertante tra le prestazioni indicate sull’etichetta informativa e l’effettiva potenzialità frigorifera. La differenza tra le prestazioni indicate e quelle effettive è compresa tra il 20% ed il 60%.

Il forte incremento della domanda di condizionatori domestici, ha comportato l’aumento dell’offerta a basso costo, ingannevole e tecnologicamente inaffidabile. Non esimendo dalle loro colpe le aziende responsabili della truffa, desideriamo sottolineare, se mai ce ne fosse ancora bisogno, l’immaturità del consumatore in questo settore.

Fate attenzione! Chiedetevi sempre come sia possibile che macchine vendute a basso costo (quando non bassissimo) installazione compresa, possano davvero competere con le prestazioni dei modelli di qualità accertata, che costano mediamente tre volte tanto, siete voi i controllori in prima linea.

Sbaglia chi pensa che debbano essere solo e soltanto le Istituzioni a vigilare sulla correttezza delle aziende e sulla qualità dei loro prodotti, il consumatore che si ostina ad acquistare il classico “mattone” pensando ad uno strabiliante affare, oggi è altrettanto colpevole ed è il primo responsabile del fenomeno.

Sarà banale dirlo ma nessuno regala niente per niente, ne oggi ne in passato. Tenetelo a mente se avrete la lungimiranza di regalarvi una intera fresca Estate.